Home A piedi Camminate e migliori sentieri di trekking a Roma per viaggi a piedi

Camminate e migliori sentieri di trekking a Roma per viaggi a piedi

da Serena

Roma, capitale della Repubblica italiana, offre diversi cammini e sentieri di trekking dove immergersi completamente nella natura e nelle bellezze architettoniche del paesaggio. I viaggi a piedi permettono di respirare a pieno le meraviglie della città, alterando sentieri strettamente urbani a strade secondarie. Una delle proposte alternative per vivere ed esplorare la città eterna di Roma è rappresentata dalle escursioni in completo relax, all’insegna dell’avventura.

La capitale romana è il comune più densamente popolato d’Italia, meta ogni anno di milioni di turisti e appassionati d’arte provenienti da tutto il mondo. Scegliere un percorso alternativo, come i cammini e le escursioni di trekking, si dimostra spesso l’opzione migliore per allontanarsi dal più caotico centro. Questa tipologia di viaggio si adatta perfettamente a chi vuole calarsi all’interno del paesaggio naturale di Roma lontano dai soliti ritmi frenetici.

Per partire alla volta della scoperta di Roma, viaggiando in una prospettiva diversa, occorre soltanto una buona dose di curiosità e spirito di adattamento, abbigliamento, calzature da trekking ed eventuale attrezzatura necessaria per affrontare il percorso. L’ampia scelta dei cammini e dei sentieri di trekking, con livelli di difficoltà differenti, incontra le esigenze dei singoli appassionati, oppure dell’intera famiglia.

‘Tutte le strade portano a Roma’: quante volte si è sentito nominare questo detto? La maggior parte delle strade e dei sentieri italiani, volgono irrimediabilmente all’interno della capitale. Il modo migliore per viaggiare ‘lenti’ e in modo eco-sostenibile alla scoperta della città è dunque quello di cimentarsi in un cammino indimenticabile.

I migliori itinerari per camminate e trekking a Roma

Roma non si presenta soltanto come la capitale italiana dedicata all’arte e alle sue rinomate ricchezze architettoniche. La città fuori dal centro presenta numerosi siti paesaggistici di inestimabile bellezza e tradizione storica. Tutti gli amanti delle camminate e delle escursioni di trekking possono scegliere di percorrere sentieri liberi, oppure guidati sotto la supervisione del personale esperto. Roma può essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno, mutando il proprio paesaggio in colori e riflessi a seconda delle stagioni.

Alla scoperta del culto di Diana nel Parco regionale dei Castelli Romani

Uno dei cammini più rinomati da intraprendere nella capitale è senza ombra di dubbio quello dedicato al culto della dea Diana. Il sentiero si snoda sulle sponde del lago nel Parco regionale dei Castelli Romani, un territorio ricco di storia antica e leggende. L’area del parco è protetta dalla regione Lazio, ubicata nella zona Colli Albani. Il Parco regionale dei Castelli Romani si estende per 15.014 ha, nel territorio dell’antico vulcano laziale.

Oltre al mito della dea Diana è possibile soffermarsi in visita al sito archeologico di Tuscolo, del lago Albano, il lago di Nemi e della Riserva naturale della Sughereta di Pomezia. Lungo il cammino la flora è caratterizzata soprattutto dalla presenza di castagni, sottoposti a rigidi controlli onde evitarne il taglio illecito. Anche la fauna presenta molteplici specie come lo scoiattolo, il picchio verde e rosso, lepri, lupi, donnole, cinghiali, vipere etc.

Il Parco regionale dei Castelli Romani non presenta barriere e può essere esplorato senza alcuna restrizione. Tuttavia, le visite al suo interno, devono essere preventivamente prenotate a seconda delle differenti stagioni dell’anno, rivolgendosi direttamente al sito web ufficiale. La semplicità dei percorsi si adatta a tutta la famiglia dividendosi nel sentiero didattico di Villa Barattolo e lo stagno di Villa Barattolo. Per l’intero percorso il culto di Diana, dea dei boschi e della caccia, accompagna i visitatori alla scoperta delle meraviglie naturali del parco.

Parco degli Acquedotti nel Parco Regionale dell’Appia Antica

Sempre a piedi ci si può avventurare in una passeggiata rilassante all’interno del Parco degli Acquedotti, in via Lemonia a Roma, parte del Parco Regionale dell’Appia Antica. La semplicità del percorso si adatta anche ai bambini, motivo per il quale vengono spesso organizzate gite scolastiche didattiche al suo interno. L’intera area è caratterizzata dalla presenza di numerosi resti archeologici, perfetti per i momenti di sosta panoramici. In questo percorso si possono scrutare da vicino tutti gli antichi acquedotti romani, con la possibilità di fermarsi anche per un pic-nic.

Proseguendo il percorso all’interno del Parco Regionale dell’Appia Antica, per una percorrenza dalla durata totale di circa 4 ore, è possibile ammirare anche il mausoleo di Romolo, la tomba di Cecilia Metella, la Villa, il Circo di Massenzio, le catacombe di San Callisto e la Villa dei Quintili. 

Valle del Treja e borgo di Mazzano Romano

A poca distanza dal centro storico romano si può intraprendere un cammino verso la Valle del Treja e il borgo di Mazzano Romano. Il percorso di estende per 8 km sotto un livello di difficoltà medio di percorrenza. Lungo il tracciato si possono scoprire gli antichi sentieri e necropoli dei popoli Falisci, fino al borgo di Mazzano Romano.

Camminata e trekking al Monte Circeo

Gli appassionati di camminate e trekking possono spostarsi verso la provincia di Latina per calarsi all’interno dei percorsi del Monte Circeo. Il percorso richiede una durata completa di circa 4 ore, per un livello medio di difficoltà di percorrenza. Risalita la montagna è possibile fermarsi nell’area di sosta panoramica per ammirare il Golfo di Gaeta, le Isole Pontine, i laghi e la selva di Circe. 

Camminata e trekking lungo l’Aniene

Verso il lago di San Benedetto è possibile raggiungere il percorso dell’Aniene lungo la strada dei Monasteri e delle rovine della villa Nerone. In questo percorso, a stretto contatto con la natura romana, si può ammirare il lago superstite di San Benedetto, caratterizzato da acque cristalline e azzurre quasi incantate.

Altre esperienze a Roma

Oltre ai percorsi dedicati alle camminate e al trekking la città di Roma mette a disposizione dei turisti e dei residenti diverse attività all’aria aperta. Dal centro cittadino è possibile noleggiare una delle biciclette messe a disposizione dai servizi di bike sharing per visitare su due ruote i siti storici e naturalistici più importanti.

Nella parte dell’antica Roma gli amanti del mondo equestre possono prenotare una passeggiata a cavallo, sotto tariffari differenti a seconda dei centri ippici. Per tutti gli appassionati di sport estremo è inoltre possibile affidarsi ad uno dei servizi messi a disposizione per il parapendio, alle attività di rafting e immersione nelle province adiacenti.

Le migliori strutture dove dormire e mangiare a Roma

Roma offre l’imbarazzo della scelta in campo ristorazione e pernottamenti. Seppur si dimostri impossibile citare tutti i migliori alberghi, tra i più frequentati citiamo: l’Hotel Priscilla in Via Calabria 17/19 a 3 stelle; il Camping village I Pini Family Park per una soluzione più economica; l’Hotel Mascagni in Via Vittorio E. Orlando 90.

Tra i migliori ristoranti della capitale si trovano: il ristorante e pizzeria La Limonaia; La Veranda, Borgo Santo Spirito 73; il celebre ristorante che compare all’interno della pellicola cinematografica ‘La grande bellezza’; il Ristorante Pecorino Testaccio, via Galvani, 64.

Potrebbe interessarti