Home A piedi Cammino di Capodanno in Trentino: i migliori itinerari

Cammino di Capodanno in Trentino: i migliori itinerari

da Serena

Il Trentino Alto Adige offre a tutti gli appassionati di cammini ed escursioni la possibilità di vivere un Capodanno alternativo immerso tra arte, cultura, gastronomia e relax. Il Trentino appartiene all’area geografica del Triveneto, insieme alle regioni del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia. Il territorio si estende per la maggior parte in catene montuose, adatte a diversi sentieri e cammini.

Il Capodanno in Trentino racchiude l’atmosfera magica delle feste natalizie. La presenza delle Alpi, delle Prealpi e delle Dolomiti che racchiudono le valli offre ai visitatori un panorama innevato tipico della stagione invernale. I cammini a piedi in Trentino si articolano in diversi passi, tra i più famosi quello del Brennero, il valico tra la frontiera italiana e austriaca.

In Trentino, gli amanti della natura e delle passeggiate, possono trovare diverse aree naturali dove intraprendere un cammino di fine anno senza eguali. Oltre ai percorsi è possibile pernottare all’interno di una delle numerose strutture tipiche, dove lasciarsi tentare dalle prelibatezze gastronomiche della regione. In questo caso si consiglia di rimanere in Trentino per almeno un weekend, munendosi di abbigliamento e attrezzatura necessaria per affrontare al meglio il cammino.

I migliori cammini di Capodanno in Trentino

Lontano dal traffico delle aree cittadine, ma anche dagli impianti sciistici particolarmente affollati in questo periodo dell’anno, il Trentino offre diverse possibilità di svago e intrattenimento. Tutti gli amanti della natura e delle camminate possono trascorrere un Capodanno all’insegna della scoperta, immersi nel silenzio e nella vegetazione suggestiva della regione. Nonostante le temperature rigide invernali il Trentino è la meta ideale per scegliere uno dei molti cammini presenti. Quali sono i migliori itinerari della regione?

Il cammino dell’Arte

Il cammino dell’Arte si trova all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta. Il percorso si snoda in 21 km di percorrenza, con un dislivello di 700 metri suddivisi in salite e discese. Il grado di difficoltà del percorso è medio/basso e si adatta alle esigenze di tutta la famiglia. Percorrendo il cammino dell’Arte è possibile ammirare la flora e la fauna tipica del Trentino, ma anche il Castello e la Cascata. 

Oltre ad una sosta all’interno dei piccoli paesi presenti, si possono ammirare le opere artistiche presenti nel “Bosco Arte Stenico”, realizzate con materiali di recupero naturali. Un’altra sosta obbligatoria è la Valle delle Terme di Comano, dove lasciarsi folgorare dalla bellezza del territorio rupestre.

Il cammino dell’Acqua

Il cammino, chiamato anche sentiero, dell’Acqua in Trentino racchiude il meglio dell’Alpe Cimbra. Il percorso è praticabile dai bambini al di sopra dei 6 anni, sotto una difficoltà medio/bassa. Il cammino dell’Acqua è sconsigliato in caso di piogge, a causa della presenza del torrente e dello stato fangoso del terreno. In condizioni ambientali soleggiate si possono ammirare le campagne di Fiavè, con la possibilità di sostare nelle Terme di Comano. L’intero percorso si estende per 15 km, dei quali 400 metri in salita e 300 metri in discesa. I servizi di trasporto locali mettono a disposizione una corriera per l’eventuale viaggio di ritorno.

Il cammino della Storia

Il cammino della Storia si snoda attraverso le strade della Valle delle Terme di Comano. Il percorso si estende per 16 km con un dislivello di 600 metri, suddiviso tra salite e discese, per un grado di difficoltà medio/basso. Lungo il percorso si può ammirare il sito del Monte S. Martino, dove sostare nell’area panoramica della fortezza storica presente.

Il cammino del Lago Antico

Il cammino del Lago Antico prevede un’escursione alla scoperta delle palafitte di Fiavè. Il percorso si estende per 7 km di percorrenza, a difficoltà bassa, con un dislivello di 200 metri tra salite e discese. Una sosta consigliata in quest’area è sicuramente il Museo delle Palafitte, dove ritrovare oggetti utilizzati dalle popolazioni storiche del Trentino, risalenti a circa 4.000 anni fa.

Ogni cammino può essere affrontato, preferibilmente, sotto le direzioni delle guide esperte del territorio. In questo caso è possibile avvalersi delle diverse offerte messe a disposizione dai servizi turistici, sotto previa prenotazione e tariffari.

Altre esperienze da fare per Capodanno in Trentino

Il Trentino Alto Adige, nella giornata di Capodanno, offre diverse altre attività oltre ai cammini. Qui, gli amanti della neve, possono lasciarsi coinvolgere dalla presenza delle numerose piste dove cimentarsi in percorsi sciistici, ciaspolate, trekking sulla neve. 

Gli appassionati di cicloturismo possono usufruire dei servizi di noleggio bike per percorrere sentieri sterrati e provinciali alla scoperta delle meraviglie del paesaggio. I territori montani si prestano anche per scalate, passeggiate e trekking a cavallo, rafting, trekking alpino, canoa, slalom sul fiume Noce. 

Le migliori strutture dove dormire e mangiare a Capodanno in Trentino

In Trentino si trova l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda dormire e mangiare. Nella giornata di Capodanno è essenziale avvalersi delle prenotazioni con largo anticipo. A Terme di Comano si può optare per l’Osteria della Locanda Fiore, il Ristoro Dolomiti di Brenta, la Pizzeria Don Pedro. 

Tra le migliori strutture alberghiere dove dormire citiamo il Vital Hotel Flora alle Terme di Comano, Comano Cattoni Holiday (dove scegliere tra i servizi Hotel, B&B, Residence, Appartamenti), Dolce Vita Ambiez affittacamere.

Potrebbe interessarti