Home America Vacanza a Providence: cosa vedere, come arrivare, dove mangiare e dormire

Vacanza a Providence: cosa vedere, come arrivare, dove mangiare e dormire

da Serena

Providence è la capitale del Rhode Island, negli Stati Uniti d’America. Come centro cittadino, rispetto ad altre città più famose, Providence è meno citata dalle guide turistiche ma racchiude al suo interno diverse attrazioni culturali. In ordine di grandezza Providence è la seconda città più grande del New England, ubicata in una posizione geografica grazie alla quale raggiungere diversi dintorni e luoghi di interesse.

La città di Providence è famosa soprattutto per la presenza dell’istituzione Brown University, i diversi servizi ristorativi guidati dagli chef della Johnson & Wales University e la RISD (Rhode Island School of Design) dove si trova anche un museo. Nonostante l’estensione di Providence la città si rende perfettamente visitabile anche in pochi giorni, spostandosi grazie ai trasporti pubblici e ai servizi di noleggio.

Providence fa parte di una delle prime città degli Stati Uniti d’America. In passato il centro deteneva il primato di lavorazione di materie preziose come l’argento. Odiernamente Providence rappresenta il nucleo economico principale di Rhode Island e può trasformarsi in una meta vacanziera alternativa. La città è attraversata dal fiume Providence, il quale sfocia nella baia di Narragansett.

Tra le aree verde, dove dedicarsi alle passeggiate e ai giochi d’acqua, si trova il Waterplace Park. Providence viene inoltre paragonata alla città eterna di Roma, in richiamo alla sua estensione su sette colli. Ma cosa vedere nella città capoluogo del Rhode Island? Prosegui la lettura per scoprire tutti i siti e gli itinerari più interessanti da visitare nella città americana di Providence.

Come arrivare a Providence

Per arrivare a Providence, dall’Italia, si rende necessario un volo aereo verso la città di New York. Da qui è possibile servirsi del servizio ferroviario, dei servizi di trasporto pubblici come i bus, del noleggio auto, oppure di un secondo volo verso la città di Boston con ulteriore viaggio in treno. 

Cosa vedere al suo interno

Il centro urbano di Providence presenta un’estensione pari a 53 km, ed è attraversato per il 10% da corsi d’acqua come il fiume omonimo.

Providence viene da sempre paragonata ai sette di colli di Roma, denominati: Constitution Hill, College Hill, Federal Hill, Hill Tockwotten, Smith Hill, Christian Hill e Weybosset Hill. La prima colonia cittadina venne fondata dal teologo inglese in esilio Roger Williams nel 1636, parte delle tredici colonie totali della tribù indiana dei Pokanoket. Durante la guerra d’indipendenza americana Providence occupò un ruolo di rilievo per lo sbarco francese di Newport.

La città fu colpita in passato dall’urgano del New England e dal conflitto della Seconda Guerra Mondiale, mentre la fase del suo ‘rinascimento’ è datata 1970. Providence presenta diverse luoghi di interesse come le architetture religiose, le architetture civili e le aree verdi.

Brown University

In soggiorno a Providence è d’obbligo visitare la Brown University, ubicata all’interno di un edificio storico. L’area è immersa nel verde della vegetazione caratteristica. Per visitare l’istituzione si può entrare da Van Wickle Gates ce si affaccia sullo Stephen Robert Campus Center e la cappella Manning Hall. L’Università comprende l’antica University Hall, la Sayles Hall, il Lincoln Field Building, la John Carter Brown Library e la Rhode Island Hall. 

Rhode Island State House

Nella cittadina di Providence si trova anche il Campidoglio Rhode Island State House, uno dei siti più rinomati d’America per la sua bellezza architettonica. La struttura, di ispirazione italiana della Basilica di San Pietro, è stata costruita nel 1904. L’ingresso è gratuito e al suo interno si trova l’opera artistica di Gilbert Stuart, riportata anche sulle banconote da 1 dollaro, ovvero il ritratto di George Washington. La struttura può essere visitata nel dettaglio prenotando in anticipo una guida locale.

Museo d’arte del RISD, Rhode Island School of Design

Tra le altre attrattive di Providence si trova il Museo d’arte del RISD (Rhode Island School of Design). La struttura ospita una delle scuole d’arte più famose d’America, dove è possibile ammirare le collezioni francesi del XIX secolo, opere di stampo americano e i resti di una mummia.

Culinary Arts Museum

Oltre al muso artistico troviamo anche il Culinary Arts Museum. La struttura è interamente dedicata alla storia dell’arte culinaria, conservando al suo interno tutti i reperti e gli antichi menù dei ristoranti, le ricette tradizionali della città di Providence.

Il quartiere di Federal Hill

Il luogo più significativo di Providence è il quartiere di Federal Hill. Questa parte della città è caratterizzata dallo stampo architettonico italiano. Passeggiando al suo interno si possono trovare diversi servizi ristorativi e chef di fama internazionale.

Altre esperienze a Providence

La città di Providence può essere visitata in auto, oppure scegliendo di spostarsi con i mezzi di trasporto pubblici. Gli amanti delle attività all’aria aperta possono decidere di esplorare il centro cittadino a piedi, oppure in bicicletta. Nei dintorni di Provicende è possibile dedicarsi anche a diversi sport acquatici come il kayak.

Le migliori strutture dove dormire e mangiare a Providence

Soggiornando nella città americana di Providence è possibile scegliere tra diverse tipologie di alloggio e servizi ristorativi tra i più rinomati del New England. Citiamo ad esempio il Renaissance Providence Downtown Hotel a 4 stelle, il Residence Inn Providence Downtown a 3 stelle, il Courtyard Providence Downtown a 3 stelle.

L’arte culinaria a Providence si dimostra un vero e proprio must. Nella città è possibile degustare piatti tradizionali e influenze italiane presso il ristorante Gracie’s, Massimo Restaurant di stampo italiano, il ristorante Mill’s Tavern.