Home Australia Vacanza a Victor Harbor: cosa vedere, come arrivare, dove mangiare e dormire

Vacanza a Victor Harbor: cosa vedere, come arrivare, dove mangiare e dormire

da Serena

Quando si pensa all’Australia non si può fare a meno di citare mete turistiche più gettonate come la capitale meridionale dello Stato, Adelaide. Il continente australiano cela tuttavia diverse meraviglie e città meno note che vale la pena di visitare, come Victor Harbor. Questo centro cittadino si trova nella costa della Penisola di Fleurieu, rinomato per la sua economia incentrata soprattutto sulla pesca, sulle industrie e sulle coltivazioni agricole.

La stagione turistica più affollata a Victor Harbor è quella estiva, grazie alle sue diverse attrazioni e panorami naturalistici. La città australiana può essere visitata in tutte le stagioni dell’anno e, in particolare, in inverno durante lo spiaggiamento delle balene franche australi, solite sdraiarsi al sole. Se stai cercando un itinerario alternativo per esplorare l’Australia la città di Victor Harbor potrebbe fare proprio al caso tuo! Cerchiamo di scoprire insieme, all’interno di questa nuova guida, che cosa vedere, a quali attività dedicarsi, dove dormire e dove mangiare a Victor Harbor.

Storia e origine del nome della città australiana

La città australiana di Victor Harbor assume la sua denominazione grazie allo sbarco del Capitano Crozier nel 1921, che decise di ribattezzare il territorio ispirandosi al nome della sua imbarcazione ‘HMS Victor’. Prima di questa data storica la città era conosciuta come Port Victor, in riferimento alla presenza del bacino portuale, ma la vera storia della città risale al 1863.

La città di Victor Harbor è in realtà il frutto di più errori grammaticali commessi dai diversi Generali Ispettori del Sud del continente. Il termine corretto del territorio si rifà invece alla denominazione della ferrovia ‘Victor Harbour’. Nel periodo storico del 1837 la città di Victor Harbor doveva il proprio sostentamento grazie alla caccia alle balene, terminata nel 1872. Nonostante la sua economia e industrializzazione Victor Harbor è stata riconosciuta ufficialmente come città soltanto nel 2000. 

Come gran parte delle città lontano dal centro di Adelaide anche Victor Harbor fa parte delle aree rurali dell’Australia, ricche di luoghi ideali dove rilassarsi e vivere a stretto contatto con la natura. Grazie alla presenza di una strada rialzata da Victor Harbor si può arrivare all’isoletta di Granite Island, meta molto frequentata dai residenti e dai turisti. La morfologia geografica del territorio offre diverse possibilità di spostamento all’interno della città, ma quali sono le sue attrattive principali?

Come arrivare a Victor Harbor e cosa vedere al suo interno

Per arrivare a Victor Harbor dall’Italia si rende necessario prenotare un volo verso la città principale di Adelaide. Da qui è possibile usufruire del servizio di trasporto pubblico in bus, oppure decidere di noleggiare un’auto, un taxi o ancora in treno. In un paio di ore di distanza da Adelaide si arriva alla cittadina di Victor Harbor dove lasciarsi incantare dal paesaggio e dalla vicina isoletta di Granite Island.

Isola di Granite Island

Una delle attrazioni principali di Victor Harbor è la vicina isoletta di Granite Island. Il sito è raggiungibile grazie alla presenza di una strada sopraelevata. La strada può essere percorsa grazie ai servizi di trasporto pubblici, come i bus trainati dai cavalli, oppure a piedi. L’isola è la meta ideale per tutti gli amanti delle attività all’aria aperta come l’escursionismo e il trekking. 

Granite Island assume la sua denominazione direttamente dai massi arancioni venati di lichene che caratterizzano il paesaggio. Il parco naturale dell’isola si concentra in una bassa vegetazione costiera, ideale per rilassarsi a stretto contatto con la natura. Grazie al percorso del Kaiki Walking Trail, che si estende per circa 1,5 km, l’isola si rende completamente esplorabile. Ad occuparsi dell’organizzazione di Granite Island è la National Parks and Wildlife Service. Le norme legislative vietano espressamente la realizzazione di edifici e abitazioni al suo interno, conservando l’unicità naturale dell’area.

Nella parte settentrionale tuttavia si trovano alcuni resti edilizi, risalenti alla campagna di industrializzazione del 1994. Le uniche strutture odierne autorizzate all’interno della Granite Island sono il complesso del Penguin Centre, dove trovare souvenir, bar e ristoranti al servizio di tutti i visitatori. Nella struttura si può osservare una delle colonie di pinguini minori blu tra le più rinomate in tutta l’Australia.

Lungo il molo è possibile dedicarsi ad attività come la pesca, ammirare le balene sui pressi della riva durante il corso della stagione invernale. L’isola di Granite è uno dei siti australiani sopravvissuti all’erosione dell’Oceano Indiano e delle frequenti piogge caratteristiche dei secoli scorsi.

Coorong National Park

Spostandosi più a sud è possibile recarsi al Coorong National Park, caratterizzato dalla presenza di dune e lagune a separazione del corso d’acqua. Il parco presenta diverse specie di uccelli che caratterizzano la flora del luogo. Gli amanti della natura possono trovare quiete e relax ammirando la vegetazione circostante.

Altre esperienze nei dintorni di Victor Harbor

Allontanandosi di poco dalla città centrale di Victor Harbor è possibile dedicarsi a diverse attività e attrazioni. Oltre al trekking a piedi, alle passeggiate, alle escursioni e al bike trekking nell’isoletta di Granite Island, il sud dell’Australia è ricco di parchi e aree attrattive. A sud di Adelaide è possibile calarsi in un emozionante Zoo Safari presso il Safari Park di Monarto, lo zoo di Adelaide, visitare il Port Elliot, la Fleurieu Peninsule e la Carrickalinga Beach.

Le migliori strutture dove dormire e mangiare a Victor Harbor

Soggiornando in vacanza a Victor Harbor è possibile scegliere una delle strutture ristorative e alberghiere più adatte alle proprie esigenze personali ed economiche. Per dormire si trovano il Victor Apartments, il McCracken Country Club, l’Hotel Peppers Hidden Vale Retreat. Oltre ai ristoranti la città offre anche spunti per gli amanti dello street food come l’Harbor View Donut Cafe, oppure una delle strutture ristorative presenti a Granite Island.