Home In bicicletta Viaggio in bici sull’anello ciclabile del Trasimeno

Viaggio in bici sull’anello ciclabile del Trasimeno

da Serena

Il lago Trasimeno, parte della provincia di Perugia, nella regione Umbria, è uno dei luoghi più affascinanti d’Italia da visitare a bordo di una bicicletta. Non a caso, il lago Trasimeno, è costeggiato da un anello ciclabile di semplice percorrenza adatto alle esigenze di tutta la famiglia. L’anello ciclabile offre la possibilità di scoprire e ammirare gli scorci panoramici del lago in qualsiasi stagione dell’anno, a stretto contatto con la natura.

L’itinerario dell’anello ciclabile sul Trasimeno presenta una media difficoltà. Gli appassionati di ciclismo, ma anche le persone anziane e i bambini, possono avvalersi di una bike elettrica per riuscire ad affrontare il percorso senza sforzi. La campagna che circonda i 128 km² del lago si suddivide in sentieri e viottoli per la percorrenza in bicicletta, comprese diverse aree di sosta panoramiche.

I migliori itinerari per percorrere l’anello ciclabile del Trasimeno

Il percorso ciclabile del Trasimeno può essere effettuato a bordo delle biciclette mountain bike, oppure nella versione elettrica. La pista ciclabile si snoda tra sentieri sterrati e strade ordinarie, per una percorrenza di 71 km totali. Il tempo medio di percorrenza si suddivide dalle 3 alle 5 ore a seconda dell’intensità di marcia della pedalata e delle soste.

Il punto di partenza migliore per immettersi nell’anello ciclabile del Trasimeno è Castiglione del Lago, procedendo in senso orario. Lungo le rive del lago è possibile ripercorrere tutti gli eventi storici legati alla battaglia sul Trasimeno avvenuta nel 217 a. C., oltre ad attraversare centri abitati e zone immerse nella natura. Circa 15 km si estendono in strade secondarie, comprese tra Castiglione a Sant’Arcangelo, generalmente a basso traffico. Lungo gli argini, ad ogni pedalata, si può godere del panorama a vista lago e dei canneti che ne costeggiano le sponde. Il percorso in sali e scendi permette di alternare la fatica media a pedalate decisamente più tranquille, tra colline e terreni pianeggianti.

Il percorso della Battaglia di Annibale

L’anello ciclabile del Trasimeno comprende il percorso della Battaglia di Annibale, caratterizzato da 13 diversi punti di interesse dove si possono visionare le tappe dello storico scontro. Grazie alle illustrazioni presenti si possono ripercorrere in tutto e per tutti i punti salienti della disfatta romana. Il percorso rientra all’interno del Cammino di Annibale, un sentiero internazionale in memoria dei territori percorsi dal generale cartaginese nella Seconda Guerra Punica.

Sostando nei pressi del palazzo del Capra è possibile sostare e accedere al Centro di documentazione dedicato ad Annibale, presente all’interno del centro cittadino di Tuoro in direzione di Sanguineto. Lungo il percorso è inoltre possibile fermarsi in una delle frequenti aziende tipiche del Trasimeno, dove si produce olio. Nella mensilità di novembre è possibile degustare la spremitura fresca del prodotto all’interno dei frantoi. Oltre all’olio si trovano anche diverse aziende vinicole, dove degustare i famosi vini locali.

Il percorso del Campo del Sole

Dopo il percorso della battaglia storica di Annibale l’anello ciclabile si snoda verso il Campo del Sole. Si tratta di un parco naturale caratterizzato dalla presenza di 27 colonne realizzate internamente in pietra arenaria che circondano un’area a spirale di circa 44 metri. Il sentiero ciclabile offre la possibilità di ammirare, in lontananza, anche l’isola Maggiore, famosa per la produzione del merletto d’Irlanda e per la presenza di palazzi e chiese risalenti al Medioevo e al Rinascimento. Il Campo del Sole si trova, nello specifico, sul Tuoro del Trasimeno. 

Il percorso per attraversare Borghetto

L’anello ciclabile del Trasimeno prosegue attraversando il territorio di Borghetto, dove arrivare a pedalare quasi in prossimità della riva del lago. Da qui si passa direttamente tra Lido di Tuoro e Passignano, dove la pista ciclabile si alterna ai centri abitati, per arrivare a Torricella.

Il percorso per attraversare Magione

Superate le località elencate in precedenza l’anello ciclabile prosegue verso il territorio di Magione. In questo percorso è possibile ammirare il panorama circostante caratterizzato dalla presenza di ulivi e vecchi casolari. In breve tempo si arriva al piccolo lido di Albaia e presso il Monte del Lago. Da questa direzione si incontra anche il Castello di Zocco per poi immettersi sulla strada provinciale.

Sosta a San Feliciano e Oasi della Valle

Dalla strada provinciale, parte dell’anello ciclabile di Trasimeno, è quasi d’obbligo fermarsi in visita a San Feliciano, uno storico borgo abitato soprattutto da pescatori. A poca distanza si trova l’Oasi della Valle, dove si può sostare per ammirare l’ecosistema circostante, gestito da Legambiente. Riprendendo il cammino si devono seguire le indicazioni per Castiglione del Lago-Chiusi. 

Il percorso per attraversare il borgo di Sant’Arcangelo

Il percorso ciclabile comprende anche il borgo di Sant’Arcangelo, dove ammirare la vegetazione circostante susseguita da boschi e scenari tipicamente lacustri. Sostando lungo il percorso si possono avvistare anche le isole in lontananza.

Il bivio Casalini

Al bivio Casalini si possono intraprendere due percorsi differenti: uno che conduce verso Castiglione del Lago, oppure verso i borghi di Casalini, Macchie e Sanfatucchio. In ogni caso anche questa parte dell’anello ciclabile del Trasimeno offre ai suoi ciclisti scenari mozzafiato tra vegetazione, acqua e cielo.

Altre esperienze sull’anello ciclabile Trasimeno

In alternativa al più classico percorso dell’anello ciclabile Trasimeno a bordo delle biciclette si può optare anche per cammini e trekking a piedi. In questo caso si raccomanda di prestare attenzione al passaggio dei ciclisti, munendosi di tutto l’abbigliamento e gli accessori necessari dedicati all’attività.

Le migliori strutture dove dormire e mangiare sull’anello ciclabile Trasimeno

L’anello ciclabile Trasimeno si snoda tra sentieri di campagna e centri abitati. Lungo i 71 km di percorrenza è possibile sostare non soltanto nelle aree dedicate al panorama, ma anche alle diverse strutture ristorative e alberghiere che costeggiano il lago. Per ristorarsi dalla fatica del percorso è possibile scegliere tra pizzerie, ristoranti, locande e bracerie.

Tra le migliori strutture dove mangiare citiamo: la Locanda e Braceria Le Torri di Porsenna; la Tenuta Lamborghini, Trasimeno; il Pellicano Pub Pizzeria. Tra le migliori strutture alberghiere dove pernottare per la notte si trovano: il Kursaal Hotel; Il Gabbiano; il Villalago Hotel. 

Potrebbe interessarti