Home Africa Cosa vedere a Utica, antica città africana vicino a Cartagine

Cosa vedere a Utica, antica città africana vicino a Cartagine

da Serena

Utica è una delle città costiere più antiche del continente africano. Odiernamente Utica si trova a soli 8 km dalla costa della Tunisia e attrae ogni anno un flusso di turisti e curiosi in continuo aumento. Grazie alla presenza del porto, in passato, la città di Utica è entrata più volte in competizione con la più industrializzata città di Cartagine. Utica si presenta come uno dei siti archeologici più interessanti al mondo. Perché non partire alla volta delle sue meraviglie?

Diversi poemi epici letterari, come l’Eneide, citano spesso città come Cartagine tralasciando invece quella di Utica, meno esplorata. La storia di Utica racchiude diversi intrecci parte dell’epoca romana. Non a caso, all’interno dei suoi territori, trovò la morte anche il poeta drammaturgo romano Gneo Nevio. Prima di partire alla volta dell’antica città africana è importante conoscere a fondo la sua storia e i suoi siti di maggiore interesse.

Storia della città di Utica

In epoca passata la città di Utica è stata spesso paragonata come antagonista della più fluente Cartagine. Grazie alla presenza del porto e dei suoi territori fertili la città africana intrecciò diversi rapporti con le popolazioni romane e con il sovrano berbero Massinissa. Durante la Terza Guerra Punica la città di Utica divenne inoltre la Capitale della provincia africana. 

In seguito alla battaglia di Farsalo la città divenne una base operativa di cruciale importanza per Pompei, dove si ricordano le battaglie del magistrato e militare romano Marco Porcio Catone Minore. Grazie al sacrificio della sua morte contro Cesare, Utica divenne particolarmente famosa tra le popolazioni romane, terra di riposo eterno anche per Gneo Nevio. Negli anni storici successivi la città africana fu nominata Municipio di Augusto e Colonia di Adriano. 

La decadenza di Utica si deve alla ricrescita della città di Cartagine ma, soprattutto, all’insabbiamento del suo porto principale. Durante il suo periodo storico più florido Utica ospitò al suo interno anche una Zecca privata, dove si coniavano le monete con incisa la testa dell’imperatore Tiberio, riportando anche i nomi di Proconsole e del Questore della Provincia di Siria. Ad Utica si trovano diverse aree archeologiche e necropoli del VII secolo a.C., risalenti all’influenza punica all’interno della città.

Come arrivare a Utica e cosa vedere al suo interno

Moltissimi turisti e appassionati di storia decidono ogni anno di spingersi ad Utica per ammirare le bellezze del suo territorio e i vari reperti archeologici. Per pianificare un viaggio a Utica è necessario prenotare un volo fino a Tunisi, oppure affidarsi ad un servizio costiero a bordo di una nave con sede di partenza italiana nelle città di Genova, oppure nelle regioni di Sicilia e Calabria. 

Grazie alle diverse agenzie di viaggi e tour operator italiani è possibile personalizzare il proprio pacchetto vacanza alla scoperta di quella che viene definita come la ‘Tunisia romana’ di tutti i tempi. La città ha conservato intatte diverse strutture architettoniche come le famose ville ricche di mosaici ed opere artistiche.

Casa della Cascata

Una delle ville ancora intatte, tra le più ricche di mosaici, a Utica è sicuramente la Casa della Cascata. La sua denominazione si allaccia alla presenza di una fontana a delimitazione di una cascata. La Casa della Cascata è la prima villa che si incontra in visita al sito archeologico. Uno dei sui mosaici più caratteristici è rappresentato da una scena marina dedicata alla pesca. Tra i resti della Casa della Cascata si trova anche una scala, un tempo adibita con tutta probabilità ad un secondo piano superiore.

Medina

La città di Utica presenta al suo interno anche la provincia di Biserta, una tipica città costiera dove visitare diverse attrazioni. A Medina è possibile passeggiare lungo le strade storiche e fermarsi in una delle botteghe tradizionali presenti.

Il vecchio porto di Utica

In vacanza nella città antica di Utica è d’obbligo una visita al vecchio porto. Un tempo il porto centrale della città rappresentava una vera e propria fonte di sostentamento commerciale per i suoi abitanti, per questo motivo entrata spesso in competizione con la più famosa città di Cartagine fino al suo insabbiamento.

Kasbah e Fort Sidi el Hani

A nord del porto antico di Utica è possibile proseguire il viaggio esplorativo della città e raggiungere Kasbah. In questa zona si trovano diverse abitazioni tipiche e una moschea storica risalente al XVII secolo. A Kasbah si trovano inoltre diverse fortificazioni di origine bizantina. Nelle vicinanze si trova anche Fort Sidi el Hani, una costruzione risalente all’influenza ottomana del ‘600. Qui è possibile visitare il caratteristico museo oceanografico.

Moschea Reeba

Uno dei punti di maggior riferimento della città è la Moschea Reeba risalente al XVII secolo, dalla quale ci si può incamminare verso le strade del mercato centrale. La moschea comprende anche un minareto ottagonale.

Il parco naturale di Ichkeul

Una delle aree verdi più frequentate di Utica è il parco naturale di Ichkeul. La denominazione del parco deriva direttamente dall’omonimo lago, mentre al suo interno è possibile visitare il museo dell’ecologia. Il parco naturale di Ichkeul si dimostra il sito di bird-watching tra i più rinomati dell’intero continente africano.

Quartiere andaluso

All’interno del quartiere andaluso è possibile percorrere diverse strade caratterizzate dall’influenza musulmana risalente al ‘400/’500.

Altre esperienze a Utica

Nella più antica africana è possibile dedicarsi a diverse attività all’aria aperta. Si possono percorrere le diverse strade di Utica a piedi, ma anche in bicicletta affidandosi ad uno dei servizi di noleggio di bike sharing. Il territorio geografico si adatta alle escursioni e al trekking. Spostandosi verso Tunisi è possibile affidarsi ad uno dei numerosi centri ippici dove prenotare passeggiate e trekking a cavallo, partire alla volta di safari e sport acquatici.

Dove dormire e mangiare a Utica

Le migliori offerte per dormire e mangiare nella città antica africana si trovano incentrate soprattutto nei pressi di Tunisi. Qui si possono trovare diversi servizi ristorativi come il Lucullus, nel quartiere La Goulette, dove degustare piatti a base di pesce; il ristorante Le Rest’o con proposte di piatti multietnici.

Tra le migliori proposte alberghiere dove scegliere di pernottare la notte citiamo l’hotel di lusso Dar El Jeld Hotel and Spa, ubicato nel centro di Medina; il Tunisia Palace dalle tariffe medie, situato lungo la Avenue De France e l’El Mouradi Hotel Africa Tunis, lungo l’arteria principale della città Habib Bourguiba.