Home A piedi Camminate e sentieri di trekking a Milano

Camminate e sentieri di trekking a Milano

da Serena

Milano, capoluogo della regione Lombardia, è una delle metropolitane più densamente popolate d’Europa. Importante centro industriale del passato, la Milano odierna offre diversi luoghi di interesse, tra arte architettonica e cultura, ma anche la possibilità di vivere esperienze alternative all’aria aperta. Milano si può visitare anche attraverso passeggiate e sentieri di trekking immersi nella natura.

Proprio come il territorio della Pianura Padana anche Milano poggia su di un terreno di tipologia fluvio-glaciale, diversificandosi tra corsi d’acqua e parchi. La città è caratterizzata da un clima umido temperato, con estati calde e inverni freddi. Durante la stagione invernale la nebbia si presenta in modo piuttosto ricorrente, motivo per il quale si consiglia di esplorare i dintorni milanesi preferibilmente nella stagione primaverile.

Poco distante dalla città si trovano diversi percorsi alpini, dove cimentarsi in sentieri di trekking, mentre nel centro abitato è possibile visitare una ‘Milano a piedi’ grazie alla presenza di diversi parchi e aree verdi. A seconda del periodo dell’anno è opportuno munirsi di tutto l’abbigliamento e calzature necessarie e dell’attrezzatura idonea per affrontare al meglio i vari cammini.

I migliori itinerari per camminate e trekking a Milano

Milano offre ai curiosi e ai turisti una serie di molteplici attrazioni: dal centro storico e dai suoi palazzi storici, ai percorsi escursionistici poco distanti dal centro metropolitano. Per allontanarsi dall’intenso traffico cittadino e dalla movida è possibile intraprendere un percorso alternativo, al 100% eco-sostenibile, in armonia con la natura e i contorni dei paesaggi. Viaggiare a piedi per vivere Milano è davvero possibile e la semplicità della maggior parte dei percorsi si adatta a tutta la famiglia, compresi i bambini.

Parco Sempione

Il Parco Sempione a Milano offre la possibilità a tutti i residenti e turisti di spostarsi dal centro cittadino di pochi passi. Quest’area verde è stata realizzata verso la fine dell’Ottocento e si estende per ben 386.000 metri quadrati, pianeggianti e videosorvegliati per garantire la sicurezza necessaria ai suoi visitatori. Il parco assume la sua denominazione direttamente dal Corso Sempione, il tratto stradale realizzato ai tempi delle imprese storiche di Napoleone.

All’interno del Parco Sempione si affaccia il Castello Sforzesco, il quale merita indubbiamente una sosta, di proprietà degli Sforza. Prima della sua trasformazione il parco costituiva l’area boschiva del castello, ricco di flora e fauna introdotta dall’uomo. Parco Sempione è costeggiato da un percorso ciclo-pedonale a delimitazione del traffico stradale. La cura del Sempione è gestita dalle guardie ecologiche volontarie a mantenimento delle ricca presenza di specie vegetali e animali. Durante la camminata si possono ammirare gli olmi, i platani, le noci del Caucaso, le querce rosse, gli ippocastani, i pioppi, i pini etc.

Per gli amanti dello sport si trovano anche diverse aree dedicate alla pallacanestro e alla pallavolo. Il Parco Sempione si snoda in 8 differenti percorsi, compresi quattro aree delimitate riservate agli amici a quattro zampe. Tra le leggende metropolitane più diffuse intorno al Parco Sempione si trova anche la storia della Dama Nera, un fantasma vestito di scuro che si aggirerebbe tra i prati nelle ore deserte.

Giardini della Guastalla

Tra le aree verdi meno estese di Milano, ma più ricche di storia, si trovano i Giardini della Guastalla. Il parco si trova nei pressi dell’Università Statale di Milano e dell’Ospedale Maggiore ed è uno dei siti ideali dove rilassarsi a piedi. I Giardini della Guastalla si estendono per 12.000 metri quadrati, in superficie pianeggiante, adatta a tutta la famiglia. In sostituzione del laghetto originario il parco ospita una vasca pesciera del Seicento, con balaustre in granito, dove sostare. All’interno dei giardini si trovano statue antiche, una fontana barocca e un piccolo tempio di stile neoclassico dedicato a Cagnola.

Parco di Villa Finzi

Un altro percorso alternativo alla frenetica vita milanese è rappresentato dal Parco di Villa Finzi. L’area si trova a Gorla, nel Municipio 2, diviso dal naviglio della Martesana grazie alla presenza della strada e del muro di cinta. In epoca passata il parco era stato realizzato come ornamento della villa, mentre ad oggi è un luogo di relax e svago immerso nella natura e nelle specie di ginkgo biloba.  All’interno del Parco di Villa Finzi si trovano inoltre diverse strutture e servizi dedicati alla comunità, immerse nella flora e nella fauna caratteristica del luogo. L’area di estende per 51.338 metri quadrati e non presenta difficoltà o dislivelli

Parco Lambro

Il Parco Lambro è una delle aree verdi più grandi di Milano, con i suoi 773.000 metri quadrati di superficie. L’area verde, parte del Municipio 3, confina con il territorio di Segrate ed è attraversata dall’omonimo fiume. All’origine della progettazione del Parco Lambro si trovava la necessità di unire uno spazio naturale nei pressi del centro cittadino, dove racchiudere e alternare flora e fauna caratteristiche lombarde.

Trekking Laghi Gemelli

Non molto lontano da Milano è possibile dedicarsi al trekking. I laghi Gemelli, in Van al Brembana, possono trasformarsi in un’alternativa alla città e ai soliti parchi. Questo percorso presenta una durata complessiva di circa 3 ore, per un livello di difficoltà medio, adatto soltanto ai bambini allenati. I laghi si trovano a 1.970 metri  di altezza, all’interno del bosco di abeti. Il punto di arrivo del percorso è caratterizzato dalla presenza del rifugio Laghi Gemelli, dove potersi fermare a mangiare sotto precedente prenotazione.

Trekking Lago Branchino

Il trekking al Lago Branchino, nelle Orobie bergamasche, è un’altra alternativa valida particolarmente battuta da tutti gli amanti della natura nei pressi di Milano. Il percorso richiede una durata di soli 50 minuti partendo dalle Baite di Mezzeno, per un livello di difficoltà basso, adatto anche ai bambini. Scegliendo di partire da Valcanale invece il percorso si estende per circa 1 ora e 30 minuti. Il territorio si affaccia su grandi distese immerse nella flora e nella fauna caratteristica del luogo.

Trekking cascate in Val Vertova

Partendo da Vertova è possibile dirigersi verso il percorso di trekking per raggiungere le cascate in Val Vertova. Quest’oasi naturale dista soltanto 2 ore dal centro cittadino, per un livello di difficoltà basso adatto a tutta la famiglia. Nel periodo estivo si può fare il bagno direttamente all’interno delle cascate, mentre nei periodi fuori stagione è possibile godere a pieno del paesaggio circostante, in completo silenzio e relax.

Altre esperienze a Milano

Oltre ai percorsi di trekking e alle passeggiate la città di Milano offre diverse attività da praticare all’aria aperta. Il centro cittadino può essere visitato anche a bordo delle biciclette, grazie ai diversi servizi di bike sharing attivi sul territorio.  Gli amanti del mondo equestre possono optare per una visita all’ippodromo di San Siro, oppure scegliere di prenotare una passeggiata a cavallo poco distante dalla città.

Le migliori strutture dove dormire e mangiare a Milano

Milano offre moltissime strutture dove dormire e mangiare, sia all’interno del centro cittadino che nelle vicinanze. Tra le migliori strutture ristorative a Milano citiamo: Cascina Nibai, a Cernusco sul Naviglio, il ristorante Dolce Luna, La Morosina – Agriturismo e Agribirrificio, ad Abbiategrasso. 

Tra le migliori strutture alberghiere si consigliano: Maison Borrella, nel centro dei Naviglio Grande; il Miloft Guest Rooms and Terrace; il Madama Hostel & Bistrot a Porta Romana. 

Potrebbe interessarti